giovedì 15 gennaio 2015

Recensione Opal di Jennifer L. Armentrout
(Serie Lux #3)

Titolo: Opal
Titolo Originale: Opal
Autrice: Jennifer L. Armentrout
Serie: Lux #3
Protagonisti: Daemon Black, Katy Swartz
Ambientazione: West Viriginia (USA)
Editore: Giunti
Pagine: 331
Data di uscita: 12 novembre 2014
Livello di sensualità: Soft
Punto di vista: Katy

Trama: DAEMON E KATY, KATY E DAEMON... Ostacolato da tutti, represso, negato, il legame proibito tra la timida studentessa e il misterioso alieno è ogni giorno più potente, inscindibile e rischioso. Il Dipartimento della Difesa li spia di continuo, mentre il famigerato “Dedalo”, il gruppo che studia e tortura gli ibridi, tiene ancora in pugno qualcuno che amano. Dawson, il gemello di Daemon sfuggito miracolosamente alla prigionia, non sembra più lo stesso e in mente ha un unico obiettivo: tornare in quel luogo orribile per salvare la sua amata Beth. Daemon e Katy non possono certo abbandonarlo, e per combattere “Dedalo” sono pronti a tutto, anche se questo significa fidarsi di un vecchio nemico… Riusciranno a ottenere giustizia e ad annientare le oscure minacce che incombono su di loro? Daemon e Katy non sono disposti a fermarsi, forti dell’amore impossibile che li lega e che nessuno riesce a spezzare: nemmeno se la lotta dovesse travolgere i loro mondi in maniera devastante.


La recensione di Alice:
Che io abbia un debole per la Armentrout penso ormai si sia capito al di là di ogni dubbio. Le sue storie sono scritte in modo divertente e leggero ma senza essere superficiali. E i suoi protagonisti maschili sono... Arw! *_* Immaginate quindi la mia emozione quando ho stretto tra le mani Opal, immaginando a mia volta di stringere tra le mani i bicipiti muscolosi di Daemon. Insomma, ero emozionata e trepidante, soprattutto visto come finiva Onyx.

Ok, qui avviso che partono gli SPOILER per chi non ha letto Onyx, ma sono inevitabili! Ragazze avvisate...

SPOILER!!!

Abbiamo chiuso Onyx con un Dawson magro e provato che compare sulla porta di casa e abbiamo assistito emozionate al commovente ricongiungimento della famiglia Black. Peccato che i problemi siano tutt’altro che risolti. Anche dimenticandoci dei servizi segreti che potrebbero da un momento all’altro decidere di rinchiuderli tutti nell’area 51, rimane il piccolo particolare di Beth, rimasta prigioniera dei “cattivi”. Ah, e come se non bastasse Dee ce l’ha a morte con Katy per un ottimo motivo. 

Con un finale così potente avevo altissime aspettative! Mi immaginavo un libro pieno di azione ed effetti speciali, di sparatorie e adrenalina, in cui gli alieni fanno il culo agli umani per liberare Beth. Le mie aspettative sono state soddisfatte solo in parte. Perché sì, tutte queste cose ci sono, ma il ritmo è terribilmente rallentato da avvenimenti del tutto trascurabili che allungano inutilmente il brodo, tipo il ballo di fine anno. No, dico, il ballo di fine anno! Ci può essere cosa più inutile al mondo?

Altra piccola delusione sulla (SUPER SPOILER!!!!) prima volta di Daemon e Katy. Voglio dire, avete visto tutti quanto questa autrice riesca ad alzare l’ormone solo con degli sguardi di fuoco, no? Con qualche bacio l’atmosfera diventa rovente più dell’inferno. Quindi mi aspettavo fuochi e fiamme e saette e fuochi d’artificio e... va bene mi fermo, ho reso l’idea? E invece no. Qui si scopre la vena sadica dell’autrice. Si potrebbe dire che è il libro delle volte mancate. Questi due poveracci, che si girano intorno da quasi tre libri, vengono continuamente interrotti sul più bello. E la sorella, e il telefono, e la mamma e gli alieni... In questo caso letteralmente! Iniziavo a temere un danno permanente all’anatomia di Daemon (il peggior caso di palle blu della storia) quando finalmente i due riescono a combinare. Ed è dolce e carino, ma mi aspettavo fuochi e fiamme e saette e... insomma, avete capito.

Ecco cosa succede quando si hanno aspettative molto alte. Spesso sono eccessive. Infatti il romanzo è godibilissimo, con lo stile ironico e frizzante che contraddistingue questa scrittrice. I dialoghi sono divertenti e arguti. Uno spasso! Ma mi aspettavo di più.

Il finale poi è una sprangata nei denti. Certo, l’autrice lascia qualche avvertimento nascosto qua e là, quindi non è arrivato del tutto inaspettato. Però mi ha riconfermato sua vena sadica! Per fortuna non manca molto per leggere cosa succederà, perché Origin è in arrivo! 

Il mio voto è 

3 commenti:

  1. Ma infatti!......questa "prima volta" me la stà facendo proprio sudare!!!!!! Brava Alice! :-)

    RispondiElimina
  2. Vero Mor? Ci manca solo un meteorite che gli cade in giardino a interromperli e poi le abbiamo viste tutte! XD

    RispondiElimina
  3. Però hai ragione......è proprio sadica!!!!!! :-)

    RispondiElimina